Educazione Attiva

Noi siamo qui per aiutarli a fiorire, perché ciascuno diventi veramente il fiore che è della sua pianta: il frutto migliore della sua pianta! Accendiamo un punto di luce per ogni bambino di cui ci stiamo occupando, ma anche per ogni adulto, perché ogni adulto è stato un bambino e può diventare il suo sé migliore."
Questo è il nostro compito: dare un raggio di luce ad ogni bimbo che incontriamo ma poi proseguire il nostro cammino."

Servizi

Servizi

Consulenza educativa

  • Sostegno e consulenza educativa per singoli, coppie, famiglie.

  • Supporto nella risoluzione di problematiche educative, relazionali e comportamentali tra genitorifigli e alunni-insegnanti.

  • Supporto educativo per minori in caso di separazioni, divorzio, affido e adozione.

Accompagnamento alla nascita e alla genitorialità

  • Percorso per una Nascita Consapevole.

  • Accompagnamento alla genitorialità.

  • Consulenze educative per l’infanzia e l’adolescenza con la pedagogia scientifica Montessori.

Doposcuola specialistico

  • Potenziamento didattico, consolidamento e recupero.

  • Percorsi educativi e didattici personalizzati.

  • Tutoraggio specializzato per bambini con:

    • Bisogni Educativi Speciali,

    • Disturbi Specifici di Apprendimento,

    • Deficit di Attenzione e Iperattività,

    • Autismo.

.

Atelier creativi

  • Le emozioni in gioco.

  • Esplorazione sensoriale (0-6 anni).

  • Io creo... faccio quindi imparo.

  • Percorsi di educazione all’autonomia e alla socializzazione per bambini con autismo.

Consulenza educativa

  • Sostegno e consulenza educativa per singoli, coppie, famiglie.

  • Supporto nella risoluzione di problematiche educative, relazionali e comportamentali tra genitori-figli e alunni-insegnanti.

  • Supporto educativo per minori in caso di separazioni, divorzio, affido e adozione.

Accompagnamento alla nascita e alla genitorialità

  • Percorso per una Nascita Consapevole.

  • Accompagnamento alla genitorialità.

  • Consulenze educative per l’infanzia e l’adolescenza con la pedagogia scientifica Montessori.

Servizi

Consulenza educativa

  • Sostegno e consulenza educativa per singoli, coppie, famiglie.

  • Supporto nella risoluzione di problematiche educative, relazionali e comportamentali tra genitori-figli e alunni-insegnanti.

  • Supporto educativo per minori in caso di separazioni, divorzio, affido e adozione.

Accompagnamento alla nascita e alla genitorialità

  • Percorso per una Nascita Consapevole.

  • Accompagnamento alla genitorialità.

  • Consulenze educative per l’infanzia e l’adolescenza con la pedagogia scientifica Montessori.

Doposcuola specialistico

  • Potenziamento didattico, consolidamento e recupero.

  • Percorsi educativi e didattici personalizzati.

  • Tutoraggio specializzato per bambini con:

    • Bisogni Educativi Speciali,

    • Disturbi Specifici di Apprendimento,

    • Deficit di Attenzione e Iperattività,

    • Autismo.

.

Atelier creativi

  • Le emozioni in gioco.

  • Esplorazione sensoriale (0-6 anni).

  • Io creo... faccio, quindi imparo.

  • Percorsi di educazione all’autonomia e alla socializzazione per bambini con autismo.

  • Potenziamento didattico, consolidamento e recupero.

  • Percorsi educativi e didattici personalizzati.

  • Tutoraggio specializzato per bambini con:

    • Bisogni Educativi Speciali,

    • Disturbi Specifici di Apprendimento,

    • Deficit di Attenzione e Iperattività,

    • Autismo.

.

Atelier creativi

  • Le emozioni in gioco.

  • Esplorazione sensoriale (0-6 anni).

  • Io creo... faccio, quindi imparo.

  • Percorsi di educazione all’autonomia e alla socializzazione per bambini con autismo.

Quando rivolgersi all'Educatrice Professionale socio-pedagogica

La confusione è tanta, dobbiamo ammetterlo ed è dovuta a diversi motivi. Proviamo a dissiparla insieme.

In primis, non siamo babysitter, tate, OSS, animatrici delle feste, catechiste o maestre, né facciamo questo lavoro per vocazione. È vero, alcune di noi lavorano negli asilo nido, ma non è l’unico mestiere che possiamo fare; le nostre competenze e conoscenze sono molto più ampie e ricoprono tutto l’arco della vita. Spesso sentiamo chiederci se allora siamo psicologhe; la risposta è assolutamente no, ma ci avvaliamo di tutte le scienze umane come strumento educativo!

In secondo luogo, l’errato pregiudizio che porta a chiederci: “Se mi rivolgo a un'educatrice, vuol dire che non sono capace di fare il genitore? Vuol dire che ho fallito come genitore?”. Le cose non stanno così. Rivolgersi ad un esperto non vuol dire essere incapaci, ci consente di non perseverare nell’errore, anzi con il suo sostegno l’errore può diventare una magnifica esperienza di apprendimento e di crescita personale. 

Infine, l’ultimo preconcetto: “Se porto mio figlio da un’educatrice professionale vuol dire che è deficiente o malato?”. La risposta è semplice: “Assolutamente NO! Ha solo un problema, una difficoltà che se affrontata in tempo può essere risolta o bypassata. Chi nella vita non ha mai avuto un problema?” Ricordate che se esiste un problema, esiste anche la sua soluzione; altrimenti o non esiste il problema o lo si sta affrontando da un punto di vista non funzionale. Saper chiedere aiuto significa scegliere di affrontare il problema al meglio, nel modo più funzionale possibile.

 

Quindi, quando rivolgersi all’educatrice professionale socio-pedagogica?

Quando:

  • in dolce attesa o da poco partoriente,
    • desideri iniziare questa avventura al massimo delle tue potenzialità genitoriali
    • desideri preparare al meglio l’ambiente che accoglierà il bambino/a, perché possa essere accogliente e funzionale alla sua crescita
  • vuoi conoscere le tue risorse e i tuoi limiti come genitore per lavorarci su
  • vuoi migliorare le tue capacità comunicative e genitoriali
  • ti senti particolarmente stressata/o o incerta/o nel ruolo di genitore
  • vorresti cambiare la modalità educativa ma non sai da dove cominciare
  • senti il bisogno di rivedere i confini e il ruolo dell’essere genitore
  • sei alla ricerca di un nuovo equilibrio familiare, finanche sia per separazione e divorzio o sia per affido e adozione
  • quando hai bisogno di un sostegno per risolvere problematiche educative, relazionali e comportamentali tra te e tuo figlio
  • quando a scuola ti dicono che il bambino ha bisogno di un sostegno educativo e didattico o di lavorare sulle emozioni
  • quando hai bisogno di un sostegno per risolvere problematiche educative, relazionali e comportamentali tra tuo figlio e gli insegnanti
  • quando vuoi che tuo figlio esprima appieno il suo potenziale
  • quando hai un bambino con autismo e desideri che diventi autonomo e compente, capace di relazionarsi con gli altri al meglio delle sue capacità

Dobbiamo essere onesti, nessuno ci ha insegnato ad essere genitori o figli/studenti, e a volte ci sono momenti in cui non sappiamo cosa fare o qual è la decisione più giusta da prendere; anzi più andiamo avanti più tutto sembra complicarsi e sfuggirci dalle mani.

E allora, siamo chiamati a cambiare qualcosa.

Quando rivolgersi al Tutor specializzato?

 

È importante rivolgersi a un Tutor specializzato quando il bambino o il ragazzo presenta oggettive e certificate difficoltà di apprendimento, tali da pregiudicare l’andamento dell’anno scolastico. È quindi fondamentale agire con tempestività e che già dal primo incontro venga consentita la lettura del PEI (Piano Educativo Individualizzato) per gli alunni con Bisogni educativi Speciali, o del PDP (Piano Didattico Personalizzato) per gli alunni con certificazione DSA, insieme alla documentazione sanitaria (Diagnosi o Certificazione) rilasciata dagli enti sanitari preposti.

“I nostri studenti che “vanno male” (studenti ritenuti senza avvenire) non vengono mai soli a scuola. In classe entra una cipolla: svariati strati di magone, paura, preoccupazione, rancore, rabbia, desideri insoddisfatti, rinunce furibonde accumulati su un substrato di passato disonorevole, di presente minaccioso, di futuro precluso. Guardateli, ecco che arrivano, il corpo in divenire e la famiglia nello zaino. La lezione può cominciare solo dopo che hanno posato il fardello e pelato la cipolla. Difficile spiegarlo, ma spesso basta solo uno sguardo, una frase benevola, la parola di un adulto, fiduciosa, chiara ed equilibrata per dissolvere quei magoni, alleviare quegli animi, collocarli in un presente rigorosamente indicativo. Naturalmente il beneficio sarà provvisorio, la cipolla si ricomporrà all’uscita e forse domani bisognerà ricominciare daccapo. Ma insegnare è proprio questo: ricominciare fino a scomparire come professori. 
“I nostri studenti che “vanno male” (studenti ritenuti senza avvenire) non vengono mai soli a scuola. In classe entra una cipolla: svariati strati di magone, paura, preoccupazione, rancore, rabbia, desideri insoddisfatti, rinunce furibonde accumulati su un substrato di passato disonorevole, di presente minaccioso, di futuro precluso. Guardateli, ecco che arrivano, il corpo in divenire e la famiglia nello zaino. La lezione può cominciare solo dopo che hanno posato il fardello e pelato la cipolla. Difficile spiegarlo, ma spesso basta solo uno sguardo, una frase benevola, la parola di un adulto, fiduciosa, chiara ed equilibrata per dissolvere quei magoni, alleviare quegli animi, collocarli in un presente rigorosamente indicativo. Naturalmente il beneficio sarà provvisorio, la cipolla si ricomporrà all’uscita e forse domani bisognerà ricominciare daccapo. Ma insegnare è proprio questo: ricominciare fino a scomparire come professori.